L’ipnosi un fenomeno naturale, uno stato alterato di coscienza, che può avvenire spontaneamente (come quando siamo alla guida o assorti in una lettura, nella visione di un film, o occupati in un’attività monotona e la nostra mente per brevi attimi  si stacca dalla realtà esterna per vivere la realtà interna).

Questo fenomeno può essere anche eteroindotto (con stimoli visivi, uditivi e tattili), o autoindotto (se ci alleniamo a sviluppare questa capacità). È quindi uno stato fisiologico naturale, la cui intensità può variare dalla trance raggiunta: lieve, media e profonda, fino allo stato sonnambulico.

Nello stato ipnotico le difese sono ridotte, vi è una maggiore sensibilità e reattività emotiva e un accesso facilitato ai processi inconsci, ma è bene ricordare che la sola ipnosi non ha effetti terapeutici.

Che cos‘è l’Ipnosi

Che cos‘è l’ipnosi terapeutica?

La comunicazione paziente/terapeuta è insieme conscia e inconscia, quella inconscia è una forma di linguaggio in codice, condensato, privo del senso del tempo e appartiene alle immagini, alle metafore, all’intonazione della voce, ai movimenti del corpo. Comunicare a livello inconscio con la mente del paziente significa entrare in contatto con tutte quelle memorie dimenticate, con le cose apprese in una vita intera, che sono alla base degli automatismi della persona.

L’ipnosi non modifica la persona e la sua esperienza di vita, ma la trance terapeutica può aiutarla a superare i limiti appresi, così da poter esplorare e utilizzare nuove risorse. Questo può avvenire perché nello stato di trance si perde l’orientamento nei confronti della realtà esterna e si stabilisce un nuovo orientamento nei confronti di una realtà concettuale astratta. La riduzione dell’orientamento alla realtà esterna che si ottiene nella trance ipnotica, permette al paziente di focalizzare l’attenzione dentro di sé e di collegare le parole del terapeuta alla sua esperienza interiore e di percepirsi in nuove possibilità e farsi condurre nel cambiamento.

L’importanza terapeutica dell’ipnosi risiede proprio nelle vie d’accesso che essa apre agli stati psichici profondi, emotivi, somatici e viscerali.

Lo psicoterapeuta, a seconda delle esigenze del paziente, può utilizzare tecniche di induzione diverse:

  • suggestive, cioè comunicazioni complesse finalizzate a mobilitare le risorse dell’individuo con lo scopo di portarlo a scoprire le proprie potenzialità per la risoluzione dei suoi problemi;
  • catartiche, cioè capaci di liberare emozioni e affetti repressi;
  • analitiche, cioè relative alla presa di coscienza di certe problematiche profonde.

Nello stato alterato di coscienza si è meno difesi dalle sovrastrutture della mente conscia e le parole del terapeuta possono avere un accesso più immediato alla profondità dei vissuti interiori del paziente. Il paziente durante la seduta ipnotica, condotto nell’immaginazione, può sperimentare nuove possibilità  di sentire, pensare e agire, che rimarranno nella memoria della sua mente inconscia e l’aiuteranno nel modificare le proprie reazioni e ad affrontare i suoi problemi. Terapeuticamente parlando, è una strategia di rafforzamento dell’Io, che aiuta la persona ad uscire dalla modalità disfunzionale che accompagna il suo problema (fobia, ansia, ecc…) e dalla quale razionalmente non riesce ad uscire

Ecco l’importanza di affidarsi ad uno psicologo/psicoterapeuta; se infatti l’esperienza di trance ipnotica è qualcosa che spontaneamente produciamo, l’utilizzo della trance terapeutica da parte di uno psicologo/psicoterapeuta diventa utile nel momento in cui l’esperienza di modificazione di coscienza viene associata ad una procedura psicoterapeutica con degli obiettivi personalizzati, altrimenti non produce alcune risultato.

  • le persone ipnotizzate dormono
  • in ipnosi posso perdere il controllo e mi possono dare ordini
  • verranno fuori cose pericolose dal mio inconscio
  • se nessuno mi sveglierà, rimarrò ipnotizzato
  • al termine non ricorderò cosa è accaduto

Pregiudizi da sfatare

Possibilità di utilizzo psicoterapeutico delle tecniche di ipnosi

  • trattamento delle fobie
  • trattamento del trauma
  • trattamento dell’ansia
  • trattamento del fumo o delle dipendenze
  • trattamento dei disturbi alimentari
  • trattamento dei disturbi del sonno
  • trattamento del dolore
  • ipnosi regressiva